Trenord e ritardi: i social si infuocano e l’azienda non c’è.

Un lunedì di fuoco, a Milano, per Trenord.
Il 10 dicembre accade l’impensabile: il nuovo software informatico di gestione dei turni del personale, come spiega il Sole 24 Ore, “ha assegnato a casaccio i macchinisti, con il risultato che alcuni treni sono rimasti senza conducenti, mentre altri ne avevano addirittura cinque, ma nessuno abilitato ad azionare i comandi”.
I ritardi si accumulano sempre più durante la giornata. Presso la stazione milanese di Cadorna, il caos (courtesy of Corriere della Sera).
E il web esplode, tra Facebook, twitter, YouTube, Instagram: tutti gli utenti si sfogano tra foto e video, senza dimenticare (anche) di sorriderci un po’ su.
Nemmeno il primo tweet del Papa è stato esentato dalla polemica. Continua a leggere

Market Watch: utenti Pinterest più propensi ad acquistare online

Da MarketWatch (Wall Street Journal) una interessante tendenza USA sulla propensione all’acquisto e i social networks: secondo una ricerca condotta da SteelHouse.com gli utenti di Pinterest sono maggiormente propensi ad acquistare prodotti visti da bacheche aziendali rispetto agli utenti su Facebook.
La notizia è stata recentemente ripresa dal mitico Social Media Examiner (trovate l’articolo per intero su Market Watch ovviamente).
Benché Facebook resti sostanzialmente il principale canale attraverso cui condividere le proprie esperienze d’acquisto (55%), solo il 33% dei suoi utenti è stato cosi stregato dalle fotografie di un prodotto al punto tale da decidersi a comprarlo online.
Dall’altra parte Pinterest sembra aver portato il 59% delle conversioni rilevate dalla ricerca.
Le motivazioni possono essere varie.  Continua a leggere